LinkedIn
Facebook

Il deep tech italiano arriva in Borsa

e-Novia sbarca in Borsa con un'operazione di listing su Euronext Growth Milan, oggi la cerimonia a Piazza Affari.

«Nel 2015, quando tutti parlavano di digitale, abbiamo creato una fabbrica di imprese deep tech. Un modello difficile da veicolare (e da capire) all’epoca, ma che è cresciuto grazie alla qualità dei progetti e ai riscontri da parte degli investitori e del mercato. Oggi celebriamo questo percorso con la quotazione di e-Novia, con un accesso moderno ai capitali che ci darà visibilità per realizzare operazioni che ci riconoscano il valore che abbiamo creato in questi anni». Con queste parole Vincenzo Russi, co-Founder di e-Novia insieme a Ivo Boniolo e Cristiano Spelta, ha lanciato questa mattina a Piazza Affari le negoziazioni delle azioni ordinarie della società su Euronext Growth Milan – Segmento Professionale, sistema multilaterale di negoziazione organizzato e gestito da Borsa Italiana.

Fin dalla nascita, e-Novia ha dedicato grande attenzione alla governance della società. Non solo, quindi, ingegneria e tecnologia, ma gestione, finanza, controllo, legale, amministrazione e comunicazione finalizzati alla realizzazione di quegli strumenti indispensabili per rispondere ai requisiti dei mercati di capitali.

In questi anni e-Novia ha raccolto risorse finanziarie sotto forma di capitale di rischio e finanziamenti per un totale rispettivamente di 64 milioni di euro e di 25 milioni di euro, per sostenere piani di crescita basati su investimenti ingenti nello sviluppo di tecnologie innovative. Questi asset consentono alla società di rafforzare la sua posizione di operatore globale nel deep tech.

Oggi e-Novia è un Gruppo industriale attivo nella mobilità sostenibile, nella robotica veicolare e in quella collaborativa, oggi con otto imprese – Blubrake, e-Shock, HiRideY.ShareYAPEBlimpWeartSmart Robots  –  che hanno prodotti leader nei mercati di riferimento.

L’innovazione è, da sempre, nel DNA di e-Novia, è una frequenza che deve restare altissima. La società è dotata di una struttura di tech strategy non solo nelle società di prodotto ma anche nel Gruppo stesso. Con questi asset, da Fabbrica di Imprese e-Novia è diventata Gruppo Industriale: ora questi prodotti sono sul mercato, ma continuano a evolvere.

Tutto questo grazie a un team di persone preparate e focalizzate che sostengono il prodotto e tutta la società: 200 innovatori, la maggior parte sono ingegneri. Il 90% delle persone ha una laurea, il 14% un phd o un master. L’87% delle persone è sotto i quarant’anni e il 50% ha meno di trent’anni. Un primato che rende e-Novia molto similie alle aziende deep tech californiane e israeliane.

Notizie correlate

blimp6

13 Gennaio 2023

Quotazione e-Novia

12 Dicembre 2022